Che cos’è il doping

Sono secreti dagli apparati riproduttori maschili e femminili per favorire la crescita armonica del corpo e aumentare la massa e la forza muscolare durante la pubertà. Ma l’azione e la quantità degli ormoni prodotti dall’organismo sono regolate da meccanismi naturali che vengono alterati da un’assunzione eccessiva. Gli steroidi androgeni/anabolizzanti sono il testosterone e i derivati sintetici e sono usati principalmente a scopo medico per la terapia ormonale sostitutiva nell’ipogonadismo maschile. Gli steroidi anabolizzanti conferiscono un chiaro vantaggio in termini prestazionali e di recupero sia dall’allenamento che dagli infortuni, mettendo però a rischio la salute dell’atleta e rendendo la competizione scorretta nei confronti di chi non fa uso di sostanze.

  • Il nome più appropriato per questa classe di sostanze è steroidi anabolizzanti androgenici, che si riferisce alla loro proprietà di facilitare l’aumento della massa muscolare attraverso la stimolazione del metabolismo proteico ed alla funzione di accentuare le caratteristiche mascoline attraverso l’effetto androgenico .
  • Questo contributo lungi dall’essere esauriente su un fenomeno, quello del doping nello sport, vuole essere una riflessione sui rischi biologici collegati a tali pratiche.
  • Lo scopo principale è amplificare gli effetti dello stress dell’allenamento sul bilancio azotato muscolare, amplificando notevolmente gli effetti ipertrofici dell’allenamento con i pesi.
  • Il doping, spiega il Dottor Izzo, Urologo e Andrologo a Napoli, viene definito come l’assunzione di sostanze eccitanti o anabolizzanti con lo scopo di incrementare in maniera artificiosa la forza fisica e la massa muscolare e conseguentemente migliorare la performance atletica.
  • I benefici dell’uso di steroidi in teoria, sono il maggior aumento di massa muscolare, la riduzione della massa grassa, il maggior aumento di forza e recupero psicofisico dalle sedute allenanti e talvolta un senso generale di benessere psicofisico.

Se mi seguite da un po’ sapete bene che considero chi fa uso di steroidi anabolizzanti come dei falliti, persone perdenti in partenza. Infatti sono persone che decidono di prendere la scorciatoia per raggiungere il risultato senza mettersi davvero in gioco. Come sapete, da sempre, ho cercato di diffondere sui miei canali il sano allenamento senza ricorrere all’utilizzo degli steroidi anabolizzanti. Un quantitativo troppo basso non permette di avere risultati, tuttavia anche gli effetti collaterali riscontrabili sono strettamente correlati al quantitativo di steroidi assunti.

Perché chi ha la sclerosi multipla deve fare sport

L’uso/abuso di steroidi anabolizzanti – che, lo ricordiamo, sono farmaci molto potenti – può determinare una moltitudine di effetti collaterali, lievi o seriamente dannosi, o addirittura pericolosi per la vita. 376 che disciplina in Italia la tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping. Il doping è un reato penale, punito fino a tre anni di reclusione (che possono diventare di più se insorgono danni effettivi per la salute), se ad essere indotto ad assumere sostanze vietate per doping è un minorenne o se, a distribuire le sostanze, è un dipendente del CONI.

Uno dei principali motivi dell’abuso di steroidi è quello di migliorare le prestazioni atletiche. Tra gli atleti, l’abuso di steroidi è stato ritenuto inferiore al 6% secondo i sondaggi, ma le informazioni aneddotiche suggeriscono un abuso più diffuso. I benefici dell’uso di steroidi in teoria, sono il maggior aumento di massa muscolare, la riduzione della massa grassa, il maggior aumento di forza e recupero psicofisico dalle sedute allenanti e talvolta un senso generale di benessere psicofisico.

Il campione olimpico Alex Schwazer, grande speranza italiana nella marcia italiana, venne trovato positivo poco prima della 50 km di marcia che doveva disputare alle Olimpiadi di Londra del 2012. Tornato in attività poi nel 2016, viene ritrovato nuovamente positivo poco prima di effettuare la sua gara alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Questa volta lui però proclamò la sua innocenza, mentre le organizzazioni internazionali come IAAF e WADA lo squalificarono dalle gare.

Tutti questi effetti sul sistema nervoso centrale si rispecchiano in azioni sul comportamento, sul tono dell’umore e sul craving. Gli anabolizzanti hanno un effetto intenso sull’amigdala, alterandone la connettività alle altre parti del cervello, https://negozio-disteroidi.com/ il che è ritenuto importante per quanto riguarda i loro pronunciati effetti sull’aggressività. In Scandinavia i tassi sarebbero minori, 0.7% dei maschi, ed 1 su 50mila femmine, e correlati a inferiori tassi di scolarità ed a problemi economici.

Ormoni androgeni e steroidi anabolizzanti

Nel primo caso, all’atleta vengono somministrati, per via endovenosa, sostanze di sintesi correlate all´EPO che migliorano il trasporto di ossigeno nel sangue. Per quanto riguarda l´impiego di farmaci al di fuori delle indicazioni per le quali sono stati sintetizzati, è opportuno ricordare che la loro somministrazione a persone non malate è sempre pericolosa in quanto priva di finalità terapeutica, scopo fondamentale di un medicamento. Riassumendo le informazioni riguardo i cicli con steroidi sono molto variegate e controverse.

Gli steroidi anabolizzanti, cioè, vengono nascosti all’interno di flaconcini che ufficialmente contengono integratori in grado di migliorare la forma fisica, il recupero post-allenamento e la prestazione sportiva. In realtà, dopo aver sequestrato e analizzato in laboratorio le compresse, spesso si scopre che all’interno sono presenti anche ormoni chimici assolutamente vietati nella pratica sportiva. La rete, così come gli stratagemmi di chi vende sostanze dopanti proibite per legge, è in continua evoluzione e non è facile stare al suo passo.

Gli anabolici naturali non vanno confusi con gli steroidi anabolici, che si possono utilizzare solo dietro prescrizione medica. Ricordiamo in conclusione che in Italia è quindi illegale vendere o acquistare su internet farmaci che richiedono la prescrizione medica, in quanto quest’ultima non può essere rilasciata a distanza. Gli usi primari di questi composti sono il trattamento di pubertà ritardata, alcuni tipi di impotenza e il deterioramento corporeo causato da infezione da HIV o altre malattie.

Che cos’è il doping